CORSO DI LINGUA INGLESE
GRATUITO
Metodo Patrizia Coppa
Cliccami...

data: 27/03/2009
'L’Italia… una Repubblica fondata sul lavoro?': dibattito e proiezione del film 'La classe operaia va all’inferno
Domani a palazzo Gentili se ne parla insieme a Campetti, Ercolani, Garzia e Telese

“L’Italia… una Repubblica fondata sul lavoro?”: la domanda sull’articolo 1 della Costituzione – volutamente provocatoria – è il tema dell’incontro dibattito in programma domani alle 16,30 nella sala conferenze di palazzo Gentili, cui seguirà la proiezione del film “La classe operaia va all’inferno”, di Simona Ercolani, il documentario sulla tragedia della ThyssenKrupp a Torino.

L’iniziativa – organizzata da Hypotesis Comunicazione, ideata a condotta dal giornalista Pasquale Bottone e promossa dall’assessore alle Politiche del lavoro della Provincia, Stefano Di Meo – vedrà la partecipazione di Loris Campetti (Il Manifesto), Simona Ercolani (regista Rai e del film), Aldo Garzia (giornalista parlamentare) e Luca Telese (Il Giornale).

“Con questo evento, realizzato insieme a Hypothesis Comunicazione – dice Di Meo – si vogliono riaffermare i principi non solo dell’articolo 1 della nostra Costituzione, e quindi il valore del lavoro, ma anche quelli della sicurezza sui luoghi di lavoro. Anche se viviamo un periodo di crisi economica e sociale forte, questa amministrazione ha dato il proprio contributo ponendo in essere azioni importanti e accelerando sulla realizzazione dell’aeroporto a Viterbo, che potrà rappresentare uno straordinario volano per l’economia e l’occupazione di tutta la Tuscia viterbese”.

La sicurezza sul lavoro: anche in questo ambito le iniziative non sono mancate. “Già da un anno – continua – abbiamo sottoscritto il protocollo d’intesa voluto dalla Prefettura. E non avendo come Provincia un ruolo legislativo, stiamo portando avanti un progetto per la diffusione della cultura della sicurezza sui luoghi di lavoro, che ci auguriamo entro breve tempo sarà finanziato dalla Regione Lazio”.

Su questo, saranno coinvolte anche le scuole. “Realizzeremo un opuscolo con disegni – conclude Di Meo – perché se gli studenti di oggi saranno i lavoratori di domani, restano comunque i figli dei lavoratori di oggi. Intanto, domani avremo la possibilità di ragionare su questi temi insieme a giornalisti importanti, grazie alla collaborazione di Pasquale Bottone”.

Patrizia Coppa
Direttore responsabile

REG. TRIB. VT N°01/08
 

Studio Pubblicitario Viterbese S.r.l. - Via Tommaso Carletti, 35 - 01100 Viterbo - P.Iva 01416820569