CORSO DI LINGUA INGLESE
GRATUITO
Metodo Patrizia Coppa
Cliccami...

data: 26/03/2009
Autostrada Tirrenica e aeroporto: bisogna fare presto e bene con riferimenti prettamente storici e non di propaganda
Ci fu un periodo storico che ha fatto la fortuna di molti scrittori, specialmente di quelli avversi. Un periodo che inizia con il suo attore principale, Benito Amilcare Andrea Mussolini, nei primi del ‘900, quando animava le speranze dell’ideologia socialista, per poi culminare nel 1945 con la divisa della RSI.

Un periodo che, nel bene e nel male, ha lasciato grandi tracce in opere infrastrutturali e di regolamentazione della vita sociale, lavorativa e previdenziale italiana. Citiamo, per esempio, l’Assicurazione di vecchiaia e di disoccupazione nel ’23, l’Opera Nazionale Maternità ed Infanzia nel ’25, l’Inail nel ‘33, l’Inps nel ’35, la socializzazione delle imprese nel ’44, per indicarne alcune. Questa premessa mi è servita per arrivare, piano piano, ai giorni nostri.

La comunicazione dell’epoca, e le frasi d’effetto pronunciate a tempo e modo debito da Mussolini, capo del Governo, si sono tramandate nel tempo e spesso sono tuttora utilizzate per esprimere sinteticamente alcuni concetti forti e inequivocabili, anche da coloro che non conoscono chi e in quale contesto le ha pronunciate prima.

Lui, però, lo sa. Lui chi? Altero Matteoli, il ministro che ha annunciato i lavori dell´autostrada A12 Livorno-Civitavecchia.

Si legge, infatti, che tra Rosignano Marittimo e Civitavecchia i lavori cominceranno «entro la fine del 2009 e l´opera sarà inaugurata nel 2013». Addirittura inaugurata!

Non ha detto forse sarà presumibilmente terminata salvo imprevisti, come si usa dire da molti anni a questa parte.

Sapendo che il ministro Matteoli, dal suo esordio in politica ha sempre avuto a cuore questa importante opera, boicottata come tutte le opere più importanti dai soliti signori del No questo, No quello, speriamo e cerchiamo di essere fiduciosi che nel 2013, con l’inaugurazione, cessi la carneficina di vite che l’attuale Aurelia ha provocato nel corso degli anni e che si apra, finalmente, una nuova via di collegamento tra nord e sud, alternativa all’A1.

Per riprendere il discorso iniziale e collegarlo, alla data di inaugurazione stabilita dal ministro Matteoli, ricordo di aver letto che Mussolini, presidente del Consiglio, era solito stabilire giorno, mese, anno dell’inaugurazione delle opere più importanti e la comunicava pubblicamente nel giorno in cui personalmente poneva la prima pietra, imprimeva la prima picconata al suolo o tracciava il solco di fondazione con il trattore, come avvenne per la costruzione di Aprilia.

Tutte le inaugurazioni, sembra siano avvenute con cronometrica puntualità, io non c’ero, ma in un caso andò su tutte le furie poiché motivi tecnici derivanti da alcune difficoltà nelle fondazioni, piani finanziari ed altro, leggo dal libro “Pagine bianche di Felice Borsato”, fecero consegnare quell’opera con quasi 4 mesi di ritardo. Stiamo parlando della città universitaria di Roma “La Sapienza”, progettata da Marcello Piacentini, che all’epoca sviluppava 210.000 quadrati. Diremmo noi, solo quattro mesi di ritardo?

Si, solo, ma leggo ancora nel libro, che Mussolini, all’insegna di uno dei tanti motti, fare Presto e bene, “…era spesso nei cantieri e la sua presenza, il suo interessamento, inducevano i responsabili dei lavori a fare presto”.

Sarà così anche con l’autostrada Tirrenica, ovviamente con altri ministri presenti nei cantieri per controllare? Lo speriamo, così come speriamo che la presenza sul pezzo e un rigoroso controllo e accelerazione delle procedure, avvengano anche per l’aeroporto di Viterbo. In questo caso, però, con l’impegno e la partecipazione di tutti i politici viterbesi di qualunque schieramento, degli imprenditori, dei cittadini e dei nostri giovani che su questo progetto hanno puntato le loro ultime speranze lavorative.

Maurizio Pinna

Patrizia Coppa
Direttore responsabile

REG. TRIB. VT N°01/08
 

Studio Pubblicitario Viterbese S.r.l. - Via Tommaso Carletti, 35 - 01100 Viterbo - P.Iva 01416820569