CORSO DI LINGUA INGLESE
GRATUITO
Metodo Patrizia Coppa
Cliccami...

data: 30/11/2011
Maria Cristina Baleani e Joelle Françoise Fontaine presenteranno il loro libro Percorsi di viaggio e di parole, la Tuscia nei diari dei viaggiatori francesi nell’età moderna
Si torna a parlare di storia del viaggio nell’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi della Tuscia. Giovedì 1 dicembre alle ore 10,00 Maria Cristina Baleani e Joelle Françoise Fontaine presenteranno il loro libro Percorsi di viaggio e di parole, la Tuscia nei diari dei viaggiatori francesi nell’età moderna”. Le due autrici , da sempre appassionate di odeporica, hanno saputo piegare in questo studio il loro bagaglio culturale legato alla lingua francese allo studio di numerosi diari di viaggio, da quelli di viaggiatori famosi come Montaigne, a quelli di pellegrini e artisti anonimi e alcuni inediti in Italia. Dall’analisi delle pagine di questi taccuini di appunti si conosce la Tuscia di secoli addietro, quando era una terra di mezzo, un percorso obbligato per andare o tornare da Roma in Francia: da Acquapendente a Bolsena, da Montefiascone a Viterbo, da Ronciglione alla valle del Baccano……fino ad avvistare la cupola di San Pietro che annunciava Roma, la meta del viaggio e dell’anima. Tante le osservazioni sui monumenti, le case, le campagne, le coltivazioni, i costumi: le descrizioni dei nostri cugini d’oltralpe spesso severe, spesso meravigliate ci accompagnano lungo il tragitto, lungo i secoli, mentre la lingua francese si evolve, mentre il tempo passa e la Tuscia cambia e modifica i suoi paesaggi, ammoderna le sue strade, apprende pian piano l’arte dell’ospitalità, che ne fa, ancora oggi, una terra eletta per tanti visitatori italiani e stranieri. La lettura di questo testo, spesso accademico, spesso scanzonato, per le testimonianze diverse di cui si sostanzia, risulta gradevole e di arricchimento culturale per lo studio puntiglioso sull’evoluzione della lingua francese e per la presentazione di testi originali con traduzione a fronte, nonché per l’interessante introduzione alla letteratura di viaggio francese in Italia. E’ il libro giusto per il turista curioso, per lo studioso, per lo storico, il filologo, ma anche per lo studente e l’insegnante che si confronta, oggi, nella scuola riformata, con metodologie e discipline nuove, come l’insegnamento CLIL.

Patrizia Coppa
Direttore responsabile

REG. TRIB. VT N°01/08
 

Studio Pubblicitario Viterbese S.r.l. - Via Tommaso Carletti, 35 - 01100 Viterbo - P.Iva 01416820569