CORSO DI LINGUA INGLESE
GRATUITO
Metodo Patrizia Coppa
Cliccami...

data: 07/11/2011
26° CONVEGNO NAZIONALE DI UFOLOGIA
Il Centro Italiano Studi Ufologici, in occasione della ricorrenza dell'Unità d'Italia, dedicherà ai "150 anni di UFO in Italia" il suo 26° Convegno Nazionale di Ufologia che si terrà a Torino, sabato 12 novembre 2011, con inizio alle ore 15 presso il Palazzo Capris in Via Santa Maria 1.

"Abbiamo deciso di festeggiare anche noi l'anniversario dell'Unità d'Italia - spiega il presidente del CISU Gian Paolo Grassino - con i 15 casi più interessanti avvenuti nel nostro Paese, uno per decennio, dall'impresa dei Mille ai giorni nostri".
"Prenderemo poi in considerazione - continua Grassino - gli 'UFO dell'Unità d'Italia', con gli avvistamenti dal 1860 al 1871 per capire cosa si vedeva di anomalo in cielo nell'Ottocento e confrontarlo con quanto osserviamo oggi".

Verrà anche ricordato l'avvistamento della "Stella d'Italia", un corpo luminoso che attirò l'attenzione di tutti i romani il 27 novembre 1871, in coincidenza con l'inauguazione del nuovo Parlamento italiano.


MILLE GLI AVVISTAMENTI DEL PASSATO IN ITALIA

La data di nascita ufficiale del fenomeno UFO è il 24 giugno 1947, quando un pilota privato statunitense osservò per la prima volta una formazione di "dischi volanti", ma fenomeni celesti non identificati sono stati visti più volte nei secoli passati.

Sono 1.000 le segnalazioni di fenomeni anomali dall'antichità al 1900 raccolti nel volume di Pietro Torre "Strane luci nella storia d'Italia", che verrà presentato in anteprima nel corso del convegno.


UN X-FILE ITALIANO

Non mancherà poi un vero e proprio "X-File" italiano, con la presentazione - per la prima volta - del rapporto dei nostri servizi segreti (recuperato solo ora negli archivi Top Secret dell'Aeronautica degli Stati Uniti) su un clamoroso incontro ravvicinato avvenuto nella tenuta della presidenza della Repubblica a Castelporziano.


UFO TORINO CAPITALE (ANCHE) DEGLI UFO

"Anche nello studio degli oggetti volanti non identificati Torino è sempre stata all'avanguardia, tanto da poter essere considerata una vera e propria 'capitale degli UFO'" A sostenerlo è il segretario del CISU Edoardo Russo: " A Torino è nata, nel 1949, la prima associazione che si è occupata di 'dischi volanti', il Centro Studi Spaziali, e a Torino sono state pubblicate, sin dal 1954, le prime riviste dedicate all'ufologia".
"Sempre a Torino, alla fine del 1985, si è costituito il Centro Italiano Studi Ufologici che da 26 anni rappresenta l'ufologia di orientamento scientifico e che qui custodisce uno dei più grandi archivi ufologici esistenti in Europa".


ANNULLO FILATELICO

In occasione del convegno è stata ottenuta dalle Poste Italiane l'emissione di un annullo filatelico speciale per il 12 novembre.
Realizzato da un bozzetto del pittore Giorgio Giorgi, è in assoluto il primo annullo italiano dedicato ad una manifestazione ufologica.


ORGANIZZATORI E PATROCINI

Il Centro Italiano Studi Ufologici è un'associazione culturale senza fini di lucro che si occupa di raccogliere ed analizzare le segnalazioni di Oggetti Volanti Non Identificati nel nostro Paese.
Il convegno ha ottenuto il patrocinio della Città di Torino e del periodico di divulgazione scientifica Focus Storia, che ospita sul numero di novembre un articolo di Paolo Toselli su questi "150 anni di UFO" in Italia.

Patrizia Coppa
Direttore responsabile

REG. TRIB. VT N°01/08
 

Studio Pubblicitario Viterbese S.r.l. - Via Tommaso Carletti, 35 - 01100 Viterbo - P.Iva 01416820569