CORSO DI LINGUA INGLESE
GRATUITO
Metodo Patrizia Coppa
Cliccami...

data: 25/10/2010
Cna sui centri di estetica: “Servono regole certe”
Cna sui centri di estetica: “Servono regole certe”

Non c’è ancora il decreto sull’uso delle apparecchiature,
il Ministero ha intanto confermato
l’esclusione di quelle a ultrasuoni a bassa frequenza

Il mondo dell’estetica chiede regole certe ovvero più sicurezza per la propria attività e per la salute dei clienti. Persistono, infatti, carenze normative che non aiutano gli operatori. Pesa, in particolare, il fatto che tarda ad arrivare l’atteso decreto che definisce i requisiti tecnici relativi e le modalità di utilizzo delle apparecchiature elettromeccaniche per uso estetico.

Nei giorni scorsi, si è svolto, presso il Ministero dello Sviluppo Economico, un incontro in vista dell’avvio formale dell’iter di emanazione del provvedimento. In quella sede, dove Cna ha rinnovato l’invito a fare presto affinché le imprese siano messe nella condizione di adottare le migliori soluzioni, sono stati confermati i contenuti del decreto. In particolare, i rappresentanti del Ministero hanno ribadito l’esclusione, dall’elenco delle apparecchiature utilizzabili, di quelle ad ultrasuoni a bassa frequenza per la cavitazione.

Cna Benessere e Sanità di Viterbo, che informa costantemente la categoria sulle novità per il settore, ha inviato una lettera ai centri di estetica per aggiornarli, con il chiaro invito a non acquistare questo tipo di macchinari. Un altro aspetto che interessa le imprese è l’applicazione del laser: questa sarà esclusa ai fini del ringiovanimento, ma autorizzata sia per la depilazione che per i trattamenti rilassanti e tonificanti della cute.

“Il Ministero ha manifestato l’intenzione di accogliere la nostra richiesta di istituzione di un tavolo permanente, allo scopo di approfondire lo studio delle caratteristiche tecniche dei macchinari di nuova generazione. Ci auguriamo che non ci siano ripensamenti, perché é importante -dice Luca Fanelli, responsabile provinciale di Cna Benessere e Sanità- che si riesca a determinare le potenzialità e i rischi dei macchinari, visto il notevole incremento dell’impiego delle apparecchiature nei centri. Incremento che ha spinto le associazioni di rappresentanza a dotare l’estetica professionale della Carta dei diritti dell’estetista, vera e propria guida alla conoscenza dei diritti dell’operatore nella fase di acquisto dei beni strumentali”.

Info: Cna Benessere e Sanità, a Viterbo, in via I Maggio 3. Telefono 0761.2291 - 229216.

Patrizia Coppa
Direttore responsabile

REG. TRIB. VT N°01/08
 

Studio Pubblicitario Viterbese S.r.l. - Via Tommaso Carletti, 35 - 01100 Viterbo - P.Iva 01416820569