CORSO DI LINGUA INGLESE
GRATUITO
Metodo Patrizia Coppa
Cliccami...

data: 17/06/2010
Vertenza latte: dopo l’occupazione della Centrale, Dieci milioni di speranza
Vertenza latte: dopo l’occupazione della Centrale, Dieci milioni di speranza

La vertenza del latte bovino è entrata nel vivo.

Dopo l’occupazione della Centrale del latte e il primo incontro tra le parti, la trattativa del prezzo del latte ha forse avuto un’impennata forse decisiva. Ieri l’Assessore Battistoni ha aperto il tavolo ponendo in campo una proposta ad ampio respiro che prevede un intervento finanziario di circa 10.000,000 di euro per sostenere il rilancio del settore latte bovino in merito a qualità, km 0 e soprattutto prezzo alla stalla. La componente industriale ha dichiarato una disponibilità di massima ad accettare la proposta dell’Assessorato ed è pronta anche a riconsiderare il prezzo del latte alla stalla, sulla base di un lavoro che conduca il prodotto laziale verso la qualità e verso un intervento promozionale concreto.

“La Coldiretti di Viterbo - dice il Presidente Leonardo Michelini - condivide il percorso e plaude alla proposta dell’Assessore Battistoni e dell’Assessorato ponendosi come interlocutore costruttivo e operativo. Chiediamo - prosegue Michelini - che il percorso si chiuda entro il mese di giugno e, prendendo atto delle dichiarazioni dei dirigenti della Centrale del Latte di rivedere il prezzo alla stalla, auspichiamo che, a seguito di un percorso condiviso tra le parti, i produttori della nostra provincia e dell’intera regione vedano accolte le proprie richieste”.

“Si tratta di un momento importante per tutto il settore lattiero del Lazio – afferma Gabriel Battistelli, direttore della Coldiretti di Viterbo – momento nel quale va affrontato innanzi tutto i problemi del prezzo alla stalla, senza tralasciare altri aspetti quali l'identità e le distintività, in quanto elementi fondamentali con i quali, il latte della campagna romana, può vincere le sfide della competizione sui mercati. E' un segnale che ci auguriamo possa essere confermato in futuro – continua Battistelli – a dimostrazione della tenacia della nostra Organizzazione e del coraggio di imprenditori che, soprattutto nei momenti di difficoltà, piuttosto che lamentarsi si tirano su le maniche e credono nel progetto messo in campo dalla Coldiretti”.
La Coldiretti Viterbo pur concordando con la strategia, prosegue lo stato di agitazione e di serrato confronto, apprezzando l’impegno dell’assessore Battistoni e soprattutto questi segnali di fiducia per il futuro che assumono ancor più importanza se collocati in un momento difficile per le quotazione del latte alla stalle fermo a poco più di 34 centesimi al litro, circa 8 centesimi al di sotto dei costi di produzione.


STRUTTURA DEI COSTI DI PRODUZIONE DEL LATTE (EURO/100 KG)


VOCE DI COSTO

VALORE (€/100/Kg)
PESO SU TOTALE (%)
Alimenti acquistati 11,09 26,1%
Alimenti prodotti 4,99 11,7%
Varie allevamento 2,10 4,9%
Spese generale e fondiarie 3,43 8,1%
Quote ammortamento 4,30 10,1%
Costo del lavoro 11,73 27,6%
Interessi 4,89 11,5%
COSTI TOTALI 42,53 100%

Patrizia Coppa
Direttore responsabile

REG. TRIB. VT N°01/08
 

Studio Pubblicitario Viterbese S.r.l. - Via Tommaso Carletti, 35 - 01100 Viterbo - P.Iva 01416820569