CORSO DI LINGUA INGLESE
GRATUITO
Metodo Patrizia Coppa
Cliccami...

data: 18/06/2008
DIBATTITO SU TRATTAMENTO INCONTINENZA FECALE E RIABILITAZIONE DELLO STOMIZZATO
(24 giugno 9,00-13,00, Salone della Direzione Generale)

[Roma, 18/06/08] Nell’ambito della “Settimana Nazionale dell’Incontinenza”, (dal 23 al 28 giugno 2008) indetta dalla Fondazione Italiana Continenza l’Azienda Policlinico Umberto I di Roma aderisce all’iniziativa “Ospedali contro il tabù”, organizzando un incontro-dibattito con i pazienti e gli operatori sanitari sul trattamento dell’incontinenza fecale e la riabilitazione dello stomizzato. In particolare, l’incontinenza fecale è tuttora considerata una patologia “nascosta”, cioè da non rivelare perché motivo di vergogna per il paziente e per tutta la sua famiglia.

L’incontinenza fecale, presente prevalentemente nelle donne con un rapporto di 4 a 1, consiste nell’incapacità di controllare in tempi e modi adeguati l’emissione di feci e gas e può essere conseguente a: 1) invecchiamento, 2) allettamento prolungato, 3) conseguenze e complicanze del parto, 4) conseguenze e complicanze di interventi chirurgici all’ano e al retto, 5) lesioni midollari. Rapportato ad analoghe percentuali dei paesi europei, si calcola che in Italia circa 200.000 persone siano affette in maniera più o meno severa da questo sintomo invalidante.

Il corretto inquadramento diagnostico effettuato attraverso la visita specialistica e le indagini strumentali in nostro possesso, consentono la proposizione di protocolli personalizzati di trattamento medico-conservativo, riabilitativi, chirurgici mini-invasivi e protesici con percentuale di successo che arriva fino al 90% dei casi trattati.

L’attività ambulatoriale svolta presso l’Unità Operativa di Chirurgia del Retto e del Pavimento Pelvico, diretta dal Prof. Filippo La Torre e afferente al Dipartimento di Emergenza- Urgenza, tende a contribuire alla definizione dell’epidemiologia dell’incontinenza fecale, al suo corretto inquadramento diagnostico e terapeutico attraverso l’impiego di metodologie e tecnologie all’avanguardia.

Per quel che riguarda la riabilitazione del paziente stomizzato il Policlinico Umberto I di Roma è stata una delle prime strutture nel nostro paese e nel mondo ad avviare fin dal 1976 un Progetto di Assistenza e Riabilitazione mirato al recupero fisico ma anche psicologico.

Il paziente portatore di stomia addominale o ano artificiale diventa tale in seguito ad interventi sull’apparato digerente o urinario per malattie neoplastiche o malattie infiammatorie croniche ed è destinato in maniera definitiva o provvisoria a versare feci o urine in una sacca di raccolta fissata alla parete addominale.

La visita viene effettuata in ambulatorio dedicato, con la presenza di personale medico ed infermieristico e con la dotazione di materiali atti a risolvere ogni problema da cui il paziente stomizzato è affetto. Su una popolazione stimata, in Italia, di circa 40.000 stomizzati (di cui 4.000 nel Lazio), il nostro Ambulatorio ne ha avuti in osservazione oltre 1.200, con circa 500 prestazioni annue.

Diffondere le conoscenze sul trattamento preventivo e sulla gestione del fenomeno dell’incontinenza in genere è parte del programma per migliorare la qualità della vita dei pazienti e delle loro famiglie.

A tale scopo verrà distribuito materiale informativo cartaceo utile per i pazienti. Il dibattito si aprirà con il saluto ai partecipanti del Preside della I Facoltà di Medicina e Chirurgia e Pro-Rettore Prof. Luigi Frati e del Direttore Generale Prof. Ubaldo Montaguti.

Per informazioni su “Centro Riabilitazione Stomizzati e Incontinenti : www.policlinicoumberto1.it, “focus sui servizi”.

Patrizia Coppa
Direttore responsabile

REG. TRIB. VT N°01/08
 

Studio Pubblicitario Viterbese S.r.l. - Via Tommaso Carletti, 35 - 01100 Viterbo - P.Iva 01416820569